mercoledì 3 agosto 2011

Windows 8: facciamo il punto


Windows 8 Logo
Windows 8 Logo


Da tempo ormai si diffondono i rete voci sulle nuove funzionalità in sviluppo nel nuovo sistema operativo di casa Microsoft, inoltre sembra che la distribuzione ai partner OEM di versioni pre-release sia iniziata da tempo, subito dopo l'ultimo CES a Las Vegas che si è tenuto a Gennaio di quest'anno considerando anche che dopo molto tempo verrà ufficialmente supportata l'architettura ARM mantenendo al contempo la piena compatibilità con le piattaforme X86.


A qualche giorno dalla diffusione sulle reti P2P di una delle prime review della versione Milestone, precisamente la6.1.7850.0.winmain_win8m1.100922-1508, versione M1 della linea di sviluppo di Milestone (siamo ormai alla versione M3), nuove importanti funzionalità vengono svelate indicando ormai il rilascio della versione beta come imminente.
Fino ad ora sono state mostrate:
altSchermata di ibernazione con touchscreen abilitato:


Nuove funzionalità per quanto riguarda il filtro Smartscreen che fino ad oggi si occupa della verifica della bontà dei file scaricati in Internet Explorer oppure nella suite di Windows Live.
La nuova versione si occuperà di bloccare in maniera preventiva le URL o il download di file per i quali sia presente una entry nel database delle applicazioni riconosciute come nocive.
Possiamo vederne una applicazione all'interno del menu di "Opzioni Cartella":
alt
Sarà rivista e migliorata l'utilità e l'usabilità del noto " Task Manager" ora denominato " Advanced Task Manager" che dovrebbe coniugare le funzionalità proprie di task manager e quelle del monitor di risorse attualmente disponibile.
In questo modo sarà più immediato identificare i picchi di carico e gli eventuali colli di bottiglia del sistema, sia software ( con magari applicazioni troppo avide in termini memoria oppure di processore), sia hardware, quindi localizzare il punto debole della macchina (una cpu poco potente oppure poca memoria disponibile).
Sarà molto più semplice anche terminare una applicazione indesiderata oppure che non risponda più.
alt
Sul fronte della prevenzione della perdita dei dati o comunque del loro recupero in caso di malfunzionamenti, una nuova funzionalità, che estende la capacità delle già note copie di shadow (o shadow copies), denominata History Vault permetterà di riportare ad una data ben precisa qualsiasi file si decida di riportare indietro utilizzando proprio le copie di shadow che sono ormai implementate dai tempi di windows vista.
Tutto questo però utilizzando una più gradevole interfaccia grafica che si occuperà di raccogliere tutte queste nuove funzioni.
Nulla di nuovo insomma, la funzione è già disponibile da tempo sui sistemi Mac ma per quanto riguarda Windows, la cosa era destinata maggiormente agli utenti più esperti fino ad ora.
Ultima ma non certo per importanza, la funzione "Portable Workspace" consentirà di "portarsi con se il proprio spazio di lavoro".
La funzione viene considerata come una installazione di windows 8 su chiavetta usb con dimensione minima di 16 GB ma non è ancora chiaro, in termini di licenza, come sarà possibile utilizzare questa funzione oppure se sarà semplicemente un sistema per trasportare dati da un sistema ad un altro, ad esempio il pc di casa e quello dell'ufficio.
Per ora sembra che questa modalità sia abilitata solo per le versioni enterprise del sistema operativo
alt

Parliamo ora dell'interfaccia grafica.
Windows 8 sarà il primo sistema operativo Microsoft ad essere pensato per un uso non solo in ambito desktop ma anche per l'utilizzo su sistemi tablet.
Viene da se che l'attuale interfaccia fatta di menu e sotto menu risulta abbastanza scomoda se comparata con alcuni sistemi concorrenti come Android Honeycomb e i nuovi terminali tablet di Blackberry.
Microsoft decide quindi di utilizzare la ormai collaudata interfaccia Ribbon anche nei normali processi di esplorazione delle risorse:
altPer quanto riguarda l'usabilità in ambito tablet, molto viene ripreso dal sistema Windows Phone:
Con una intefaccia molto simile a quella che troviamo sugli attuali terminali in commercio.
Segnaliamo anche l'implementazione di un reader pdf integrato.
Nuovo formato per l'installazione delle applicazioni:
il formato AppX consentirà l'installazione e la disinstallazione automatica di applicazioni con pochi semplici click, questo sarà consentito tramite una sorta di " market place" che andrà ad integrarsi con il classico menu di installazione delle applicazioni.
Il formato Appx dovrebbe contenere dei file " manifesti" in grado di analizzare le componenti sul pc, provvedere alle modifiche necessarie e infine installare l'applicazione.
Microsoft quindi punta sull'adattabilità del sistema al dispositivo su cui viene utilizzato e non il contrario, come è stato fino ad ora.
Staremo a vedere se le aspettative di tutti gli utenti saranno mantenute.

Nessun commento: